A chi rivolgersi?

Consulta la mappa degli indirizzi utili.

area soci

Area riservata

Per comunicare...

Esplora gli strumenti che ti offriamo.

finanziato ns. progetto

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE GRUPPO ASPERGER ONLUS

ART.1 – DENOMINAZIONE
E’ costituita un’associazione di persone fisiche e giuridiche personalmente o professionalmente interessate alla Sindrome di Asperger, denominata “GRUPPO ASPERGER ONLUS” (Organizzazione non lucrativa di utilità sociale), di seguito indicata come Gruppo Asperger o anche Associazione.

E’ fatto obbligo per l’associazione l'uso, nella denominazione ed in qualsivoglia segno distintivo o comunicazione rivolta al pubblico, della locuzione "organizzazione non lucrativa di utilità sociale" o dell'acronimo "ONLUS”.

ART. 2 – SEDE
Il Gruppo Asperger ha sede a Milano.
La variazione della sede legale all’interno dei confini comunali potrà avvenire con semplice delibera approvata a maggioranza dal consiglio direttivo, convocato in sessione straordinaria, e senza modifiche al presente statuto.

ART. 3 – OGGETTO E SCOPO
L’Associazione non ha fini di lucro. Persegue esclusivamente finalità di solidarietà sociale nel settore dell’assistenza sociale. Tali finalità constano nel favorire i contatti fra le famiglie e le persone con problemi riconducibili alla Sindrome di Asperger, al fine di creare tra loro rapporti di solidarietà, di aiuto e di confronto, nella conoscenza scientifica nel campo dei disturbi riconducibili alla Sindrome di Asperger, anche attraverso il ricorso al volontariato.

In particolare, essa si prefigge di:

1 - favorire i contatti fra le famiglie e le persone con problemi riconducibili alla Sindrome di Asperger, al fine di creare tra loro rapporti di solidarietà, di aiuto e di confronto;
2- contribuire alla conoscenza della Sindrome di Asperger in Italia attraverso strategie informative diversificate, come ad esempio:
- la traduzione di documenti stranieri
- la produzione di propri testi
- l’acquisizione, anche attraverso un sito web, di un patrimonio significativo di esperienze personali, educative e professionali
- la diffusione attraverso mezzi informatici delle conoscenze e degli aggiornamenti provenienti dalla ricerca scientifica (di tipo eziologico, diagnostico, terapeutico, educativo) precisandone le fonti
- l’organizzazione di convegni e conferenze riguardanti la sindrome di asperger
3 - stabilire rapporti di collaborazione e di scambio, anche all’estero, con la comunità scientifica, la Scuola, le Università, altre associazioni e altri enti pubblici e privati, come ad esempio:
- la creazione a fini di ricerca di una banca dati costruita mediante la collaborazione dei soci
- la condivisione di iniziative di vario genere
- la creazione di una carta delle risorse di riferimento esistenti sul territorio italiano, nei vari ambiti: medico, scolastico, associativo...
4 - progettare iniziative formative sulla Sindrome di Asperger rivolte alle famiglie, agli insegnanti, agli operatori socio sanitari; anche in collaborazione con enti ed organismi pubblici e privati.
5 - agire per la tutela dei diritti dei soggetti affetti da disturbi riconducibili alla Sindrome di Asperger, anche migliorando la comprensione sociale del disturbo, al fine di favorirne l’integrazione scolastica e lavorativa e migliorarne la qualità di vita.
6 - promuovere iniziative di aggregazione sociale, temporanea o permanente, rivolte a persone affette da disturbi riconducibili alla Sindrome di Asperger presso idonee strutture, al fine di fornire loro un competente supporto educativo o abilitativo ed offrire nel contempo ai genitori un sostegno solidale e concreto.

E’ vietato svolgere attività diverse da quelle istituzionali e da quelle ad esse direttamente connesse.

ART. 4 – PATRIMONIO
Il fondo di dotazione del Gruppo Asperger è formato dal contributo iniziale dei Soci fondatori.
Il patrimonio dell’Associazione è formato:
1. dai versamenti dei soci fondatori;
2. dalle quote sociali e da eventuali contributi volontari degli associati che potranno essere richiesti in relazione alle necessità e al funzionamento dell’Associazione;
3. dai contributi di enti pubblici ed altre persone fisiche e giuridiche;
4. da eventuali lasciti, donazioni, erogazioni
5. In caso di necessità, valutata dal Consiglio Direttivo, di uno dei soci, una percentuale del patrimonio (max 20% su base annua) potrà essere utilizzato come fondo di solidarietà.
Il Consiglio Direttivo stabilisce ogni anno la quota di minima del versamento che devono effettuare i vecchi e nuovi Soci, e provvede annualmente a comunicarne l’entità attraverso una lettera circolare da inoltrare anche via mail a tutti i soci.
I versamenti al fondo di dotazione sono a fondo perduto e quindi in nessun caso, neanche in quello di scioglimento dell’Associazione, può esserne richiesta la restituzione.

ART. 5 – SOCI
Sono aderenti dell’Associazione:
- I soci fondatori;
- I soci dell’Associazione;
- I soci benemeriti dell’Associazione;
- I soci onorari dell’Associazione.
Sono “soci fondatori” coloro che partecipano all’atto costitutivo e contribuiscono al fondo di dotazione dell’Associazione stessa.
Sono “soci” dell’Associazione coloro che aderiscono all’Associazione nel corso della sua esistenza.
Sono “soci benemeriti” dell’Associazione coloro che effettuano versamenti al fondo di dotazione ritenuti di particolare rilevanza dal Consiglio Direttivo.
Sono “soci onorari” dell’Associazione coloro che, pur non avendo versato la quota associativa, vengono per meriti particolari riconosciuti tali dall’unanimità del Consiglio Direttivo.
Possono essere associati al Gruppo Asperger tutti coloro, persone fisiche e giuridiche, associazioni e enti che ne condividano gli scopi previsti all’art.3 del presente Statuto.
Chi intende associarsi deve rivolgere domanda scritta e sottoscritta al Consiglio Direttivo recante la dichiarazione di condividere gli scopi che l’Associazione si propone e l’impegno ad approvarne lo Statuto. Per le persone fisiche è richiesta la maggiore età. Sono escluse partecipazioni temporanee alla vita dell’Associazione.
Il Consiglio Direttivo provvede a dare riscontro alle domande di Associazione entro 30 giorni dal ricevimento delle stesse. In caso di diniego, non è tenuto a precisarne la motivazione.
La qualità di Socio si perde per decesso, recesso o esclusione.
Qualsiasi Socio può recedere dall’Associazione in qualsiasi momento, ma non può richiedere la restituzione delle quote associative già versate.
Il Consiglio Direttivo può deliberare per gravi motivi e per giusta causa ,compreso il mancato versamento delle quote associative annuali, l’esclusione di un Socio, dandone motivazione scritta.

ART. 6 – ORGANI DELL’ASSOCIAZIONE
Sono Organi del Gruppo Asperger
1. l’Assemblea dei Soci
2. il Consiglio Direttivo
3. il Presidente e il Vicepresidente
4. il Comitato Tecnico-Scientifico
5. il Tesoriere
6. il Revisore dei Conti
Ove prevista la nomina degli Organi tramite elezione, essa verrà effettuata mediante votazione a scrutinio segreto.

ART. 7 – ASSEMBLEA DEI SOCI
COMPOSIZIONE
L’Assemblea è composta da tutti i Soci in regola con il pagamento della quota annuale.
ATTRIBUZIONI
L’Assemblea si riunisce almeno una volta l’anno per deliberare in merito a:
1. l’approvazione del bilancio consuntivo e dell’eventuale bilancio preventivo;
2. la nomina del Consiglio Direttivo;
3. in fase di atto costitutivo, la nomina del presidente e del vicepresidente;
4. la nomina del Revisore dei Conti, quando 1/3 dei Soci ne ravveda la necessità:
5. proposte, mozioni, iniziative proposte da almeno 1/3 dei Soci o dal Revisore;
6. ogni altro argomento proposto dal Presidente o dal Consiglio Direttivo;
7. le modifiche del presente Statuto e dei regolamenti.
FUNZIONAMENTO
Veicolo principale di comunicazione della Associazione è il sito internet www.Asperger.it
L’Assemblea è convocata a mezzo e-mail o raccomandata da inviare almeno 10 giorni prima della data fissata, oltre che tramite avviso pubblicato nel sito. Alla convocazione provvede il Consiglio Direttivo.
La convocazione dell’Assemblea può essere richiesta, oltre che dal Consiglio Direttivo, dal Presidente quando lo ritenga opportuno, o quando ne facciano richiesta almeno 1/10 dei Soci o il Revisore.
L’Assemblea, in prima convocazione, è validamente costituita con la presenza di almeno metà dei Soci e le deliberazioni sono valide se approvate dalla maggioranza dei presenti.
L’Assemblea, in seconda convocazione, è validamente costituita qualunque sia il numero degli aderenti presenti e le deliberazioni sono valide se approvate dalla maggioranza dei presenti.
Per le deliberazioni riguardanti le modifiche dello Statuto, è tuttavia necessaria l’approvazione di almeno la metà più uno dei soci in prima convocazione e di un terzo più uno dei soci in seconda convocazione.
Ciascun Socio ha diritto ad un voto. In considerazione della diffusione dei soci sul territorio nazionale e del fatto che l’associazione non ha ancora organizzato realtà locali, è ammesso ai sensi dell’art 8 delle disposizioni di attuazione del codice civile il voto per delega, mentre resta precluso il voto per corrispondenza. Ogni Socio può farsi rappresentare da un altro Socio, dandone comunicazione scritta, o per email, al Consiglio Direttivo. Ogni Socio non può rappresentare più di tre Soci.

L’assemblea dei soci può svolgersi anche attraverso consultazione individuale mediante l’utilizzo di tecnologie informatiche, tramite il sito internet, su valutazione del Consiglio Direttivo.
L’Assemblea è presieduta dal Presidente dell’Associazione o, in sua assenza, dal vice Presidente. In loro assenza, l’assemblea designerà il proprio Presidente.

ART. 8 – IL CONSIGLIO DIRETTIVO
Il Consiglio Direttivo è composto da 3 a 9 soci, dura in carica 3 anni ed è eletto dall’Assemblea.
I membri del Consiglio direttivo sono rieleggibili. La prima elezione è fatta in sede di Assemblea costituente.
Un membro del Consiglio Direttivo può essere esonerato dal suo incarico qualora commetta gravi inadempienze. L’esonero è deliberato dalla maggioranza dei membri del Consiglio stesso.
ATTRIBUZIONI
Il Consiglio Direttivo è investito di tutti i poteri di ordinaria e straordinaria amministrazione inerenti la gestione dell’Associazione, ad eccezione di quelli che la legge o lo Statuto riservano all’Assemblea.
Provvede alla stesura dell’ eventuale bilancio preventivo e del bilancio consuntivo e li sottopone all’approvazione dell’Assemblea.
Determina le quote associative e stabilisce le modalità per il reperimento dei fondi necessari per le spese ordinarie e straordinarie di gestione.
Promuove l’attività dell’Associazione e coordina gli interventi necessari al raggiungimento degli scopi sociali e all’attuazione delle delibere dell’Assemblea;
Il Consiglio Direttivo potrà compilare i regolamenti necessari per disciplinare e organizzare l’attività della Associazione, che dovranno essere sottoposti all’Assemblea per la loro approvazione. Inoltre:
1. elegge il Presidente e il Vice Presidente al suo interno;
2. Nomina i membri del Comitato Tecnico-Scientifico se ritenuto necessario;
3. convoca l’Assemblea;
4. elegge al suo interno il Tesoriere;
5. tiene aggiornato il Registro dei Soci.
FUNZIONAMENTO
Il Consiglio Direttivo delibera a maggioranza assoluta dei suoi membri.
Il Consiglio Direttivo è convocato dal Presidente, dal Vicepresidente o da un terzo dei suoi componenti almeno otto giorni prima della riunione, mediante comunicazione scritta inviata tramite lettera o e-mail.

ART. 9 – IL PRESIDENTE
NOMINA
La prima elezione del Presidente e del Vice Presidente viene fatta dall’Assemblea in sede di Atto Costitutivo. Successivamente viene eletto a maggioranza dal Consiglio Direttivo.
Il Presidente dura in carica 3 anni ed è rieleggibile.
ATTRIBUZIONI
Il Presidente, ed in sua assenza o impedimento il Vicepresidente, ha la legale rappresentanza dell’ente di fronte ai terzi e in giudizio.
Il Presidente dell’Associazione convoca e presiede l’Assemblea e il Consiglio Direttivo, sorveglia il buon andamento amministrativo e l’esecuzione delle delibere, verifica l’osservanza dello statuto e degli eventuali regolamenti, ne promuove la riforma ove se ne presenti la necessità.
DELEGHE
E’ facoltà del Presidente delegare ed eventualmente sollevare dall’incarico soci quali referenti dell’Associazione al fine di creare punti di riferimento diffusi sul territorio nazionale.
Conferisce altresì deleghe speciali a soci interni od esterni al Consiglio direttivo per lo svolgimento dei seguenti compiti:
- segreteria amministrativa
- gestione del sito
- traduzione documenti
- altri compiti che il Consiglio Direttivo ritenesse a maggioranza necessari.
DIMISSIONI
Qualora il presidente desideri essere sostituito, decadono gli incarichi ad esso attribuiti e il Consiglio Direttivo deve provvedere alla sua sostituzione.

ART.10 - IL TESORIERE
NOMINA
Il Tesoriere viene nominato a maggioranza dal Consiglio Direttivo, al suo interno, nella sua prima seduta.
Per la durata in carica e la rieleggibilità valgono le norme dettate nel presente statuto per i membri del Consiglio Direttivo.
FUNZIONI
Il Tesoriere amministra i fondi dell’Associazione, segnala al Consiglio le disponibilità per sostenere le singole iniziative proposte e tiene la contabilità dell’associazione.
Il Tesoriere fornisce al Revisore tutte le informazioni sulle annotazioni contabili che gli vengano da lui richieste.

ART. 11 – IL REVISORE DEI CONTI.
NOMINA
Il Revisore dei conti può essere nominato a maggioranza dall’Assemblea, qualora 1/3 dei soci ne ravveda la necessità.
L’incarico di Revisore dei Conti è incompatibile con qualsiasi altra carica nell’Associazione e può essere ricoperto anche da non soci.
Per la durata in carica e la rieleggibilità valgono le norme dettate nel presente statuto per i membri del Consiglio Direttivo.
FUNZIONI
Il Revisore dei Conti partecipa di diritto alle adunanze dell’Assemblea.
In generale ha il compito di vigilare sull’amministrazione dell’Associazione verificando la regolarità della gestione dei fondi e accertando la regolarità del rendiconto annuale.
Può partecipare alle riunioni del Consiglio Direttivo, esprimendo voto consultivo.

ART. 12 – IL COMITATO TECNICO-SCIENTIFICO
NOMINA, COMPOSIZIONE
Il Comitato Tecnico-Scientifico è costituito da soci dell’associazione che ritengono, grazie a proprie competenze professionali, di poter contribuire in modo significativo all’attività dell’associazione.
Il Consiglio Direttivo prenderà in esame le richieste di appartenenza al Comitato
Il Comitato stesso nomina al suo interno un portavoce.
ATTRIBUZIONI
I membri del Comitato Tecnico-Scientifico svolgono funzioni consultive per l’Associazione.
Collaborano ad iniziative promosse dall’Associazione o ne sottopongono di proprie al Consiglio Direttivo.
Possono utilizzare il sito, in modo individuale o collettivo, per la pubblicazione di propri elaborati o documenti pertinenti alla materia, sottoponendoli alla preventiva approvazione dal Consiglio Direttivo.

ART. 13 – IL BILANCIO
L’esercizio si chiude al 31 dicembre di ogni anno.
Entro il 30 aprile il Consiglio Direttivo sottoporrà all’Assemblea il bilancio consuntivo relativo all’anno precedente e l’eventuale bilancio preventivo dell’anno in corso.
Gli eventuali utili o gli avanzi di gestione dovranno essere impiegati esclusivamente per la realizzazione delle attività istituzionali e connesse di cui all’art. 3.
Gli utili o avanzi di gestione, non che fondi, riserve o capitale non verranno distribuiti, neanche in modo indiretto, durante la vita dell’Associazione, salvo che la destinazione o distribuzione non siano imposte dalla legge o siano effettuate a favore di altre Onlus che per legge, statuto o regolamento fanno parte della medesima ed unitaria struttura.

ART . 14 - LIBRI DELL’ASSOCIAZIONE
L’Associazione conserva tutti i libri previsti dalla legge:
1. Libro Soci
2. Libro adunanze del Consiglio Direttivo
3. Libro Assemblee
4. Libro Cassa

ART. 15 – SCIOGLIMENTO DELL’ASSOCIAZIONE
L’Associazione ha durata illimitata.
Essa si estingue, secondo le modalità di cui all’art. 27 c.c.:
a) quando il patrimonio è divenuto insufficiente rispetto agli scopi;
b) per le altre cause di cui all’art. 27 c.c.
In caso di scioglimento della Associazione, per qualunque causa, il patrimonio sarà devoluto ad altra organizzazione non lucrativa di utilità sociale o a fini di pubblica utilità, sentito l’organismo di controllo di all’art. 3 comma 190 della legge 23 dicembre 1996 n.662, salvo diversa destinazione imposta dalla legge vigente al momento dello scioglimento.

ART. 16 – CLAUSOLA COMPROMISSORIA
Qualunque controversia insorgesse in dipendenza dell’esecuzione del presente Statuto e che possa formare oggetto di compromesso, sarà rimessa al giudizio di un arbitro amichevole compositore che giudicherà secondo equità e senza formalità di procedure.
L’arbitro sarà scelto di comune accordo tra i contendenti. In mancanza, provvederà il Presidente del Tribunale di Milano.

ART. 17 – LEGGE APPLICABILE
Per tutto quanto non previsto dal presente statuto si fa riferimento alle norme del codice civile e alle leggi in materia.

Milano, 13 Aprile 2013

 

La storia

COME NASCE IL GRUPPO ASPERGER

Il Gruppo Asperger è nato nel corso del 2002, sotto la spinta di un articolo apparso sul quotidiano Repubblica che descriveva le caratteristiche di un bambino affetto dal disturbo di Asperger.
Spontaneamente numerosi genitori si sono messi in contatto con l'autore dell'articolo, il pediatra Paolo Cornaglia Ferraris, il quale ha fissa loro un appuntamento a Genova; questo è il primo incontro di un gruppo che ha trovato provvisoria accoglienza nell'ambito dell'Associazione ONLUS Camici & Pigiami.

13 ottobre 2002

Il Gruppo organizza a Milano un convegno dal titolo:

Sindrome di Asperger - Disturbi dello Spettro Autistico e Disturbi Generalizzati dello Sviluppo

Incontro di studio e confronto fra Genitori, Professionisti, Scuola e Normativa sull'integrazione scolastica, i cui atti sono pubblicati in questo sito.
Durante l'incontro viene presentato il libro curato dal Gruppo: Asp... Asper... Asperger?...e che vuol dire? (vedi i nostri libri ).

Dicembre 2002

All'incontro e' presente anche Fabrizia Bugini, che mette a disposizione del Gruppo il sito da lei creato per colmare l'assoluto vuoto informativo esistente allora in Italia: www.asperger.it.
Ciò consentira' ad un numero sempre più vasto di persone di venire a conoscenza della Sindrome, come dell'esistenza del Gruppo.

14 Gennaio 2003

Il Gruppo Asperger è invitato ad intervenire al Convegno Nazionale
"Anno della disabilità: quale formazione per l'insegnante specializzato?" organizzato dal C.I.I.S. (Coordinamento Italiano Insegnanti di Sostegno) a ROMA.
Clicca qui per leggere l'intervento di Maria Fruci a nome del Gruppo Asperger, dal titolo "MADRI SPECIALI!"

15 marzo 2003

Il Gruppo Asperger si riunisce per un incontro organizzativo, a seguito del quale una parte dei suoi membri ritiene di avere le risorse umane e materiali necessarie a costituire un organismo più forte e progettuale, che dia al Gruppo una più chiara identità e visibilità, e nel contempo la possibilità di accedere per statuto alle opportunità offerte da enti ed organismi pubblici e privati per realizzare le finalità per le quali il gruppo si è aggregato.
Sentendo di dover corrispondere in modo adeguato alle aspettative di quanti già si rivolgono al sito per necessità di informazione e di sostegno, di occasioni di aggregazione e di scambio di esperienze, e nell'intento di promuovere nella realta' sociale italiana la conoscenza della sindrome e dei suoi possibili trattamenti, un piccolo gruppo promotore decide quindi di dare nascita ad una associazione ONLUS.
Organizza pertanto una ASSEMBLEA COSTITUENTE
che si svolge a Milano il

17 maggio 2003

In quella sede nasce pertanto la

Organizzazione Non Lucrativa per l'Utilità Sociale per la conoscenza della Sindrome di Asperger
GRUPPO ASPERGER

più brevemente GRUPPO ASPERGER ONLUS

(leggi qui il verbale dell'assemblea).
La nuova Associazione si dà uno Statuto ed un Programma per il periodo 2003/2004.



Attenzione: i collegamenti eventualmente presenti negli allegati non sono funzionanti, poiche' si tratta di vecchie pagine facenti parte della versione originaria del nostro sito.

Per l'anno 2007, il Gruppo Asperger si regala, e regala ai suoi soci, amici, o navigatori occasionali, un nuovo sito, piu' funzionale e dinamico del precedente.
Qui è consultabile il vecchio sito

Le domande più frequenti

Cos'è il disturbo (o sindrome) di Asperger?

La Sindrome di Asperger  (nella sigla anglosassone A.S.) è un disturbo pervasivo (diffuso, penetrante) dello sviluppo mentale (Pervasive Developmental Disorder Syndrome, in sigla PDDS) caratterizzato dall' incapacità di capire come interagire socialmente. Altre caratteristiche sono la goffaggine e lo scarso coordinamento dei movimenti, difficoltà di relazioni sociali con incapacità di capire, interessi limitati, preoccupazioni inusuali, azioni ripetitive o rituali, peculiarità nella ricchezza del vocabolario e problemi di comunicazione extra verbale. Generalmente i bambini A.S. hanno poche espressioni mimiche oltre alla faccia arrabbiata e a quella triste o contenta. Molti hanno una eccellente memoria e ottime capacità musicali e sviluppano un fortissimo interesse verso uno o due argomenti (a volte con esclusione di quasi tutti gli altri). Possono parlare a lungo del proprio argomento preferito e ripetere una parola o una frase per molte volte. I bambini con A.S. tendono a vivere nel proprio mondo e a preoccuparsi solo delle proprie cose.

Che differenza c'è con l'autismo?

La A.S. viene riconosciuta dopo i 3 anni di età. I bambini mostrano caratteri autistici (l'autismo è un disordine dello sviluppo caratterizzato da grave carenza di relazione e scarsa capacità di comunicare), ma conservano una buona intelligenza e hanno un buon linguaggio. Possono essere classificati come A.S. anche i bambini con autismo a elevata funzionalità (HFA) e a volte il confine diagnostico è molto labile, tanto che non esiste un accordo tra gli specialisti. L' HFA, tuttavia, è diverso dall' A.S. perché lo sviluppo del linguaggio avviene in ritardo, mentre è precoce nell' A.S.

C'è un trattamento efficace?

Non ci sono medicine specifiche. Il trattamento è sintomatico e riabilitativo ed include interventi sia psicosociali che psicofarmacologici o psicoterapici, educazione di genitori e fratelli, ed esercizi sul comportamento, capacità di relazione sociale, intervento educativo e/o medico, con farmaci psicostimolanti, o capaci di controllare il tono dell' umore, beta bloccanti, neurolettici e antidepressivi. La terapia farmacologica deve essere effettuata solo se necessario, e solo da neurofarmacologi di provata esperienza. L' Associazione Camici & Pigiami può fornire i nomi di riferimento, se necessario. Per questo consultate il sito Internet www.camiciepigiami.org. Le diete prive di glutine o di caseina non sono efficaci se non in casi selezionati. Scientificamente la correlazione tra attivazione del sistema immunitario, allergie e intolleranze rappresenta una zona della ricerca ancora tutta da esplorare. Esistono certamente correlazioni tra dieta e comportamento, ma non esiste ancora certezza che una particolare dieta corregga il disturbo di Asperger.

Quale futuro?

I bambini con A.S. hanno un futuro migliore di quelli con altre forme di PDDS e possono più facilmente crescere come persone adulte indipendenti. Tuttavia nella maggioranza dei casi queste persone continueranno a manifestare vari gradi di disturbo nelle relazioni sociali. C'è anche un aumento del rischio di sviluppare psicosi (un disordine mentale grave) e/o ansia e depressione.

Che cosa sta facendo la ricerca?

Negli USA l' Istituto Nazionale NINDS conduce e sostiene una serie di ricerche sui disordini dello sviluppo psichico, inclusa l' A.S. L' obiettivo di questi studi è aumentare il nostro grado di comprensione della malattia, trovare il modo di prevenirla e, in ultimo,di curarla. In Italia non si fa quasi nulla, se non a livello di volontariato.

Come riconoscere un bambino con AS?

Premesso che la diagnosi non è semplice e va senz'altro affidata ad esperti di neuropsichiatria con esperienza nel campo dell'autismo e dei Disturbi Generalizzati dello Svluppo, nella pagina "diagnosi" troverete alcune indicazioni per riconoscere comportamenti e caratteristiche tipiche della sindrome di Asperger.

LINK UTILI

EMANAZIONI LOCALI DEL GRUPPO ASPERGER ONLUS:

GRUPPO ASPERGER LAZIO
www.aspergerlazio.it
info [at] aspergerlazio [dot] it
https://www.facebook.com/GruppoAspergerLazio/

 

GRUPPO ASPERGER LIGURIA
www.aspergerliguria.it
asperger [dot] liguria [at] libero [dot] it

 

GRUPPO ASPERGER VENETO
https://www.facebook.com/AspergerVeneto/

 

SPAZIO NAUTILUS
www.spazionautilus.it
info [dot] spazionautilus [at] gmail [dot] com
https://www.facebook.com/SpazioNautilus/

 

ISTITUZIONI

ISS AUTI - Gruppo Autismo nell'Istituto Superiore di Sanità

Linea guida "Il trattamento dei disturbi dello spettro autistico nei bambini e negli adolescenti" dell'Istituto Superiore di Sanità (2011).
 

AREA SCUOLA

www.areasostegno.it
https://www.facebook.com/AreaSostegno
http://bes.indire.it

ASSOCIAZIONI ITALIANE

Fantasia (Federazione Nazionale delle Associazioni per la Tutela delle persone con Autismo e SIndrome di Asperger)

FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell'Handicap)

Autismo Italia

ANGSA ONLUS

ANGSA Abruzzo onlus

ANGSA Emilia-Romagna onlus

ANGSA Lazio onlus

ANGSA Liguria onlus

ANGSA Lombardia onlus

ANGSA Piacenza onlus

ANGSA Piemonte onlus

ANGSA Biella onlus

ANGSA Novara onlus

ANGSA Parma onlus

ANGSA Puglia onlus

ANGSA Veneto onlus

ANGSA Treviso onlus

ANGSA VCO

ANGSA Venezia onlus

ANGSA Verona onlus

ANGSA Vicenza onlus

Associazione Habitat per l'autismo - Roma

Associazione Diversamente ONLUS - Cagliari

Associazione PETER PAN - Cagliari

Associazione Spazio Autismo

Associazione Spazio Autismo Bergamo

Associazione Time Out

Gnomo Aspirino

Associazione Autismo Savona - Guardami negli occhi

Asperger Pride

Fondazione Marino per l'Autismo Onlus

Mondo Aspie
 

SITI WEB DI PROFESSIONISTI

Sinpia - Società Italiana di Neuropsichiatria dell'Infanzia e dell'Adolescenza
Linee guida per l'autismo della SINPIA (2005).

GIMBE - Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze

CulturAutismo

Studio Caretto e Associati

Uovonero

Giuliaparla

OfficinaMente

Progetto Autismo

Spazio Asperger

portale gestito dal Laboratorio di Osservazione Diagnosi Formazione (ODFLab) dell’Università degli Studi di Trento

ASSOCIAZIONI STRANIERE

AUTISM EUROPE

EDF (European Disability Forum)

Associazione Francese che si occupa di Sindrome di Asperger

ASOCIACIÓN ASPERGER ESPAÑA

Asociación Asperger Argentina

Associazione Portoghese

Associazione Svizzera (Cantone Romandie)

Fondazione ARES - Autismo Ricerca E Sviluppo - Giubiasco - Ticino (Svizzera Italiana)


ASSOCIAZIONI DISTURBI CORRELATI

SINDROME X-FRAGILE

AIFA - Associazione ADHD (Soggetti con deficit di attenzione e iperattività)


ALTRE ASSOCIAZIONI

L'ALIANTE - Castellammare di Stabia (NA)

 

SITI CONSIGLIATI
http://www.vaccinarsi.org/

News

Il 2 aprile 2012 è stata costituita la nuova associazione GRUPPO ASPERGER LIGURIA.
 
A Marzo 2013 è nata la nuova associazione GRUPPO ASPERGER LAZIO
 

MILANO - Ospedale Besta - cercasi persone volontarie con diagnosi dello spettro autistico ad alto funzionamento per progetto di ricerca

Gli ospedali Neurologico Besta e San Paolo di Milano cercano persone volontarie con diagnosi dello spettro autistico ad alto funzionamento per progetto di ricerca Capacità empatiche e capacità di distinzione sè-altro nei disturbi della cognizione sociale

Qui la descrizione del progetto.

Chi necessitasse di ulteriori informazioni o volesse proporre la propria disponibilità puo' rivolgersi direttamente ad uno dei ricercatori: riccardo.muffatti@ao-sanpaolo.it
 

ROMA - cercasi volontari dai 17 anni per esperimento clinico
La Fondazione Santa Lucia ha attivato una convenzione con il Dipartimento di Psicologia della Sapienza, Università degli studi di Roma
Nell’ambito di tale struttura il Laboratorio per lo studio delle Atassie, l’Unità Operativa A ed il laboratorio di Neuroimmagini, in collaborazione con il Laboratorio di Neuroscienze Cognitive e Cervelletto del Dipartimento di Psicologia stanno svolgendo una ricerca dal titolo “Basi neurobiologiche e Cognizione sociale in soggetti affetti da patologia cerebellare e in adulti con Disturbi dello Spettro Autistico”. Lo studio nasce dalla necessità di approfondire le conoscenze relative alle aree del cervello umano che intervengono nella patogenesi dei disturbi dello spettro autistico, disturbi molto eterogenei e complessi a livello clinico, la cui patogenesi rimane ancora da chiarire.
Qui la descrizione del progetto, che è stato approvato dal Comitato Etico della Fondazione Santa Lucia, con i riferimenti a cui rivolgersi per ulteriori informazioni.

A coloro che parteciperanno all'intero protocollo sara' corrisposto un piccolo rimborso.

 

 

 

La sindrome di Asperger

La Sindrome di Asperger (SA, o AS, dall'inglese Asperger Syndrome), come meglio descritto nelle pagine successive, è collocata, come l'autismo, tra i Disturbi Pervasivi delle Sviluppo, e si discute tuttora se essa debba considerarsi una forma mite di autismo, o se costituisca un disturbo a sé stante.
C'è chi la identifica con l'HFA (High Functionning Autism, tradotto letteralmente: autismo ad alto funzionamento) che è quella parte dello spettro dell'autistismo che riguarda le persone "verbali" con un buon quoziente intellettivo, e chi invece la ritiene da essa distinguibile principalmente per il più precoce sviluppo del linguaggio.
Ormai la locuzione "autismo ad alto funzionamento" è stata sostituita da autismo con bisogno di supporto non intensivo.
Negli scritti che seguono troverete perciò riferimenti sia alla AS, che all'HFA.
Così come per l'autismo, la scienza ne ha ormai accertata l'origine genetica su base neurologica, e ciò esclude, speriamo in modo chiaro e definitivo, qualsiasi ipotesi di natura psicogena (v. a questo proposito il chiarificante intervento di F.Nardocci). E' quindi considerata superata ed inefficace la terapia psicodinamica (... estesa magari ai genitori!), anche se in qualche caso può essere utile, laddove richiesto, un supporto psicologico che aiuti genitori e figli a comprendere ed affrontare la difficile situazione.
Le terapie riconosciute come efficaci, anche se purtroppo ancora non risolutive, sono quelle cognitivo-comportamentali e, dove necessario, farmacologiche. Come l'autismo, anche la AS non ha un unico aspetto, ma si presenta con una gamma di abilità e comportamenti che, al di là di poche fondamentali caratteristiche, differenziano un individuo dall'altro, rendendo a volte difficile la diagnosi. Un significativo esempio della varietà di problematiche esistenti nell'ambito autistico sono le pagine tratte dal libro di Donna Williams "il mio e loro autismo", che descrivono i bambini autistici di una classe immaginaria.
Le persone con AS compiono spesso uno sforzo di adattamento che consente loro di acquisire o compensare, almeno in parte, quelle abilità di cui non erano naturalmente dotate, grazie anche ad un QI che a volte è di molto superiore alla media. Ciò può rendere alcuni di loro, col passare degli anni, non distinguibili dai soggetti cosiddetti normali.
Lo studioso inglese Simon Baron-Cohen ritiene le caratteristiche delle persone con sindrome di Asperger non deficitarie in sé, ma solo percepite come tali in quanto diverse da quelle della maggior parte delle persone. Analoga visione delle cose troverete nelo scritto di Tony Attwood, psicologo australiano, riportato nella pagina "informazioni" dedicata ai più giovani. Tuttavia è certo che, senza un aiuto adeguato, le difficoltà nei rapporti sociali di queste persone sono quasi sempre causa di solitudine e sofferenza in tutte le fasi della loro vita. Ciò anche se, venendo a contatto con alcuni di questi ragazzi, particolarmente dotati, non si può fare a meno di riflettere sui confini convenzionali dell'idea di normalità...

Link amici

I NOSTRI SPONSOR:

Enel Cuore Onlus
Fondazione Paideia
Csenvela

Rotary Club Rodengo Abbazia - Rodengo Saiano (Bs)


PROGETTI COLLEGATI:

Spazio Nautilus Onlus
Gruppo Asperger Liguria
Cooperativa LEM


CAMICI E PIGIAMI ONLUS
FONDAZIONE ARES - Giubiasco (Svizzera) rivista Autismo Ricerca e Sviluppo
SINDROME DI ASPERGER

 AUTISMO SAVONA


IRCCS Oasi Maria SS. - Troina (Enna)


HANDIdattica.it (ex thehandyscup.org)
Èil sito di un progetto per raccolta di materiale didattico per alunni diversamente abili. Tutto il materiale contenuto all'interno è liberamente fruibile attraverso una registrazione gratuita e non è di tipo freeware.

Gruppo Siblings
Il Gruppo Siblings si rivolge a tutti i fratelli e le sorelle di persone con disabilità che vogliano confrontarsi e desiderino condividere le proprie emozioni con persone che possono comprendere esattamente ciò di cui si sta parlando: un legame speciale. Perchè "fratelli" vuol dire "per tutta la vita".

http://nonavevoleparole.blogspot.com

http://viaggiatoredifilm.blogspot.com


CASE EDITRICI:

LEM Libraria
Edizioni Erickson
Armando Editore


GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER I DISABILI pubblicata sul sito dell'Agenzia delle Entrate

La diagnosi

 
La definizione di “Sindrome di Asperger” prende il suo nome da quello del medico austriaco Hans Asperger, che per primo ha identificato, studiato e descritto un gruppo di bambini con particolari comportamenti nell’interazione sociale, nelle abilità comunicative e negli interessi.
 
E’ stata introdotta nel DSM (Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders) IV nel 1994 ed inserito, come l’Autismo, nella categoria dei Disturbi Pervasivi dello Sviluppo.
In sintesi, si differenziava dall’Autismo per l’assenza di ritardi clinicamente significativi nello sviluppo cognitivo e del linguaggio, delle capacità d'autonomia, del comportamento adattativo, salvo, ovviamente che nell’interazione sociale.
 
Con il DSM V (2013) si parla di Disturbi dello Spettro Autistico, definiti all’interno di due sole categorie: “deterioramento persistente nelle comunicazioni sociali reciproche e nelle interazioni sociali in diversi contesti” e “schemi comportamentali ripetitivi e ristretti”, entrambi presenti fin dall’ infanzia, ma possono non diventare manifesti finché le esigenze sociali non superano i livelli di capacità.
 
A loro volta, tali categorie sono descritte attraverso alcuni sintomi, tra cui, per la prima volta, l’ipo o iper sensibilità verso gli stimoli sensoriali.
 
La presenza di tali sintomi deve compromettere o limitare il funzionamento quotidiano. La diagnosi ora richiede la presenza o l’assenza di disabilità intellettiva correlata, di alterazioni del linguaggio, così come di condizioni mediche e genetiche aggregate.
 
La Sindrome di Asperger e il Disturbo Pervasivo dello Sviluppo non Altrimenti Specificato scompaiono. L’APA (American Psychiatric Association, che redige il DSM) sottolinea ciò che nella pratica clinica è dato osservare e cioè che  le diverse condizioni delle persone con Autismo appartengono ad uno stesso continuum, piuttosto che costituire entità separate.
 
Ciò che differenzia, secondo il DSM V, e quindi dà origine a “sub diagnosi” è la “gravità” che viene identificata nella necessità di “supporto” . La condizione autistica può richiedere quindi “very substantial support”, “substantial support”, “support”.
 
A partire dal 2014, sarebbe possibile sostituire la definizione di “Sindrome di Asperger” con quella di “Spettro autistico”, specificando che la persona interessata non ha disabilità intellettiva, e che non ha necessità di un supporto intensivo. Anche se bisognerà sempre tenere conto degli specifici profili individuali. Come, del resto accadeva anche col DSM IV, quando si cercava di classificare le persone che non rispondevano a tutti i requisiti previsti per la Sindrome di Asperger, ma con discreti livelli di autonomia e di sviluppo cognitivo e del linguaggio, nella definizione (non prevista dal Manuale) di Autismo ad Alto Funzionamento.
 
E’ evidente inoltre che rappresentando l’Autismo come uno “spettro”, sarà difficile definire anche i confini con la condizione di “normalità” (neuro tipica) e quindi sarà possibile individuare persone che manifestano condizioni “limite” (cd variante normale e/o sub clinica).
 
 
 
 
 
 

ARCHIVIO

TAVOLO NAZIONALE DI LAVORO SULL'AUTISMO

Siamo lieti di comunicare che il Gruppo Asperger Onlus è stato inserito fra le associazioni facenti parte del Tavolo Nazionale di Lavoro sull'Autismo del Ministero della Salute. Il Tavolo è stato organizzato in 3 gruppi di lavoro, a cui parteciperanno 3 rappresentanti della nostra associazione: 1) Percorsi di diagnosi e presa in cura, modelli organizzativi (rappresentante designato: Laura Imbimbo); 2) Processi di formazione (rappresentante designato: Fabrizia Bugini): 3) Attività di ricerca (rappresentante designato: Prof. Paolo Curatolo). Il tavolo, istituito lo scorso anno dal Ministero della Salute chiamando a raccolta i rappresentanti della comunità scientifica e professionale e del mondo delle associazioni e del volontariato maggiormente impegnati sul campo, punta alla promozione di un maggior Accordo tra le regioni attraverso: - l’elaborazione di un Accordo Stato-Regioni per un piano di indirizzo volto al miglioramento delle prestazioni; - il potenziamento della ricerca scientifica e della valutazione della qualità degli interventi; - l’accreditamento di modelli operativi; - l’attivazione di un raccordo stabile tra Ministero della Salute, Istituzioni e Associazioni delle famiglie. Pur consapevoli che i tempi della politica sono diversi da quelli delle esigenze pratiche di ognuno di noi, come Associazione riteniamo che sia un primo importante passo verso il riconoscimento a livello più ampio degli interessi che ci stanno a cuore, quelli dei nostri ragazzi. In data 10 Dicembre 2007 che sono stati consegnati ai Coordinatori del Tavolo Autismo presso il Ministero della Salute n. 3 documenti che contengono le conclusioni del lavoro svolto sin qui sui 3 aspetti in discussione: 1) Percorsi di diagnosi e presa in cura, modelli organizzativi 2) Processi di formazione 3) Attività di ricerca I documenti vengono presentati in modo unitario da parte delle associazioni: Gruppo Asperger, Angsa, Autismo Italia, Anffas, Fish ed Autismo e Futuro. La nostra associazione ha attivamente contribuito alla loro elaborazione, specie per l'organizzazione e per la formazione, il cui testo e' stato da noi redatto.

ARCHIVIO DEI CONVEGNI E SEMINARI PIU' RECENTI

(da aprile 2010 in poi)


Ottobre 2010 - Il Gruppo Asperger ha patrocinato a Napoli l'evento formativo "La sindrome di asperger e disturbi generalizzati di sviluppo ad alto funzionamento: diagnosi, abilitazione, esperienze"
Qui la brochure dell'evento che riporta le date in cui il Convegno era originariamente previsto.


A  GENOVA il 12 Giugno 2010
CONVEGNO ”DISTURBI DELLO SPETTRO AUTISTICO:
PARENT TRAINING E INTERVENTI SULLA FAMIGLIA”
Richiesto accreditamento ECM per diverse figure professionali.
Qui il programma con tutte le informazioni e la scheda di iscrizione da inviare entro il 10 giugno 2010
 A PRATO (Firenze) il 14 e 15 Giugno Giornate di studio LA NATURA DELL'AUTISMO

Qui la locandina con il programma la scheda di iscrizione che va inviata entro il 5 giugno.


A PISA presso l'Istituto Stella Maris il 14-15 e 16 Giugno IL TRATTAMENTO DELL'AUTISMO SECONDO IL MODELLO DIR TM.
Corso aperto a 100 partecipanti.
Qui il programma e la scheda di iscrizione.

 


 La nostra Associazione ha partecipato nel mese di FEBBRAIO a  Mondovì al Convegno "Servizi per l'autismo - Percorsi di intervento nel ciclo di vita" e Inaugurazione del nuovo C.A.S.A. (Centro Autismo e Sindrome di Asperger) e intitolazione a Enrico Micheli del Centro di Documentazione sull'Autismo e la Sindrome di Asperger). Qui il programma della giornata.


Il Gruppo Asperger ONLUS ha promosso unitamente ad ANGSA Piemonte A Torino nella giornata del 2 aprile (dichiarata dall'ONU Giornata Mondiale per la sensibilizzazione sull'autismo) la Manifestazione "Cinemautismo". Qui il  programma della giornata.


 

ROMA - nelle giornate sabato 8-domenica 9, 15-16 maggio 2010 presso il Porto Turistico di Roma sito in Ostia iniziativa di vela ricreativa “ANGELI NEL VENTO” 2010
Qui la locandina dell'evento.

Sabato 15 maggio a Roma in P.zza Ormea Il Gruppo Asperger sarà fra le associazioni presenti all’iniziativa “In piazza per i diritti, la sostenibilità e la pace” patrocinata dal Municipio XVIII Roma Aurelio.

Qui  il programma  della giornata.


Il Gruppo Asperger ha organizzato giovedì 20 maggio 2010 a Roma il SEMINARIO: Affettività e sessualità nelle persone con Sindrome di Asperger e Autismo ad Alto Funzionamento con la Dssa Isabelle Hénault, sessuologa e psicologa
ricercatrice presso l'Università pubblica del Québec a Montreal (UQAM) – Canada 

Qui il dépliant, la scheda di iscrizione e la mappa per arrivare sul posto.


 

Qui il dépliant con programma e la scheda di iscrizione.


A San Donà di Piave (Venezia) - VENERDI' 26 MARZO - Convegno Nazionale: "ATTUALITA' SULL'AUTISMO: DAI MODELLI INTERPRETATIVI ALL'EFFICACIA DEL TRATTAMENTO". Qui il programma e la scheda di iscrizione


CORSO A ROMA SU "ADI-R" e "ADOS"

L’Iter, Institute for Training Education and Research, in collaborazione con GIUNTI O.S. Organizzazioni Speciali Srl e con l’Università di Roma Tor Vergata, Unità Operativa di Neuropsichiatria Infantile, organizza un corso di formazione e aggiornamento rivolto a Psicologi, Neuropsichiatri Infantili e Terapisti della Riabilitazione su “L’OSSERVAZIONE DIAGNOSTICA DELL’AUTISMO: L’ADI-R E L’ADOS”.

I due strumenti si occupano dell'identificazione diagnostica dell'autismo e di altri disturbi dello spettro autistico. L'ADOS viene utilizzato per l'identificazione dei comportamenti sintomatici di adolescenti ed adulti verbalmente fluenti in cui si ipotizza la presenza di autismo ad alto funzionamento o di una sindrome di asperger.


Busto Arsizio (Varese) 12 febbraio 2010
convegno “Autismo in famiglia”

Il convegno è rivolto ai genitori, insegnanti di sostegno, psicologi, neuropsichiatri ed assistenti educatori.

La partecipazione è gratuita e prevede un numero massimo di 200 partecipanti.

Per motivi organizzativi si prega di confermare la propria partecipazione via mail a associazione [dot] triade [at] gmail [dot] com (associazione [dot] triade [at] gmail [dot] com) , oppure via fax al numero 0331 67.90.63,  inviando la scheda di iscrizione compilata entro il 2 febbraio 2010.

Qui il programma della giornata.


Fiuggi (FR), venerdì 27-sabato 28 novembre - Seminario "I DISTURBI DELLO SPETTRO AUTISTICO" - percorsi clinici e pedagogici - Qui il dépliant con il programma delle giornate.

 


 

 Genova, lunedì 30 novembre ore 17 presso  la BIBLIOTECA DE AMICIS - Expò magazzini del Cotone -dalle ore 17 alle ore 19 si terrà la presentazione del progetto PSIR Regione Liguria "Sto Bene a Scuola", un progetto di formazione per gli insegnanti di scuola priumaria e secondaria di primo e secondo grado, su autismo e distrurbi pervasivi dello sviluppo. Il progetto è organizzato dall'Associazione Gruppo Asperger Onlus in collaborazione con partners, l'istituto Giannina Gaslini, Ufficio Scolastico Provinciale - ufficio integrazione e ANGSA LIGURIA ONLUS.Qui maggiori informazioni.

 


 Roma, 20 - 21 novembre 2009

Auditorium ENEL viale Regina Margherita 125
L'Associazione Gruppo Asperger ONLUS in collaborazione con la Cattedra di Psichiatria dell'Università di Roma Tor Vergata e con il consorzio UNISAN organizzano il Seminario Formativo

"Sindrome di Asperger e HFA negli adulti: riconoscere la sindrome e organizzare la presa in carico"

Attenzione e conoscenze relative alla Sindrome di Asperger e HFA sono aumentate sensibilmente in questi ultimi anni, ma limitatamente alla fascia di età infantile. La diagnosi per gli adulti, l'individuazione di trattamenti educativi efficaci, la progettazione di interventi di inserimento sociale e lavorativo specifici e mirati, sono problemi a tutt'oggi largamente irrisolti. Il rischio concreto è quello di trattamenti psichiatrici e farmacologici errati, dell' emarginazione di una larga fascia di popolazione. Per contribuire alla sensibilizzazione su questi temi, il Gruppo Asperger Onlus, la Cattedra di Psichiatria dell'Università di Roma Tor Vergata, il consorzio UNISAN e SRS (Studi e Ricerche in Sanità) hanno organizzato 2 giornate formative sul tema "Sindrome di Asperger e HFA negli adulti: riconoscere la sindrome e organizzare la presa in carico". E'in corso la procedura per l'accreditamento (ECM) presso il Ministero della Salute (per Psichiatri, Neuropsichiatri, Infermieri e Psicologi dei Servizi Sanitari Territoriali per Adulti). Qui il dèpliant e la scheda di iscrizione. 

 


Torre Pellice (Torino) - mercoledì 18 novembre - Seminario: L'AUTISMO: COME FAR STAR MEGLIO A CASA. Qui il dèpliant con il programma e le informazioni sull'iscrizione che è obbligatoria e va effettuata entro il 13 novembre.

 


Cologno Monzese (MI), sabato 7 novembre 2009 seminario AUTISMO E SCUOLA "VOLA SOLO CHI OSA FARLO ESPERIENZE DI INTEGRAUTISMO A CONFRONTO". Qui il dépliant

 


Castellamonte (TO), sabato 7 novembre 2009 ore 9-12 - Convegno L’AUTISMO IN ADOLESCENZA E NELL’ETA’ ADULTA: QUALI RISORSE? Qui il dépliant con tutte le informazioni

 


 Castel Ivano (Trento), venerdì 16 - sabato 17 ottobre 2009

Convegno: "Sindrome di Asperger: dalla diagnosi ai percorsi scolastici e lavorativi"


Ragusa, venerdì 16 - sabato 17 ottobre 2009

L'autismo nell'età adulta, strategie di intervento - Workshop per operatori socio-sanitari, educatori, volontari del terzo settore. Qui il programma


La Spezia, sabato 17 Ottobre 2009 I° GIORNATA DI 6 GIORNATE DEL MASTER “IL TRATTAMENTO INTEGRATO DELL’AUTISMO E DEI DISTURBI PERVASIVI DELLO SVILUPPO" Qui il programma e la scheda di iscrizione .


Milano, sabato 10 ottobre 2009 Convegno: “…il mio compagno è normale, ma è autistico…”Qui il dépliant.


Prato,  7 ottobre 2009 Convegno: Pratiche d'intervento precoce e sviluppo della comunicazione nell'autismo Informazioni sul dèpliant


Viterbo, 2 ottobre 2009

Il Convegno "Prospettive per l'integrazione scolastica"

Tutte le informazioni sono disponibili sul dépliant .


Genova,  3 ottobre 2009

1° Congresso ligure delle famiglie" - Autismo e Famiglie: in cammino insieme nel terzo millennio"

Partecipazione gratuita, iscrizioni entro il 30 settembre.

Per informazioni: dépliant fronte,  dèplant retro e locandina .

 


 

Nunziata di Mascali-Riposto (Catania), venerdì 25 - sabato 26 settembre 2009

Seminario "Il bambino autistico cresce. Dall'infanzia all'adolescenza"

Informazioni e dépliant sul sito www.cesard.it/


Reggio Emilia, giovedì 10 settembre 2009

Convegno "Alleanze Educative e Contesti di Cura - esperienze di integrazione scolastica di bambini e adolescenti con autismo e disturbi pervasivi dello sviluppo"

Qui http://www.ausl.re.it/immagini/news/alleanza.pdf   il dépliant con tutte le informazioni.


Pozzolo Formigaro (Alessandria), sabato 12 settembre 2009

CONVEGNO "ALLEANZE PER L'AUTISMO: QUALE EVOLUZIONE?"

Maggiori informazioni a questo link:

http://www.novionline.net/news/salute-e-sanit-/sabato-12-settembre-al-castello-di-pozzolo-convegno-alleanze-per-lautismo-quale-evoluz.html


giovedì 25 giugno a Lodi Convegno: AUTISMO: METODI DI CURA - ESPERIENZE A CONFRONTO Qui il dépliant con il programma e le informazioni.

--------------------------------------------------------------------------------------------------

Il Gruppo Asperger ONLUS e la dssa Flavia Caretto - piscologa clinica di Roma - organizzano per venerdì 19 giugno ore 17.30-20.30 un seminario informativo rivolto ai genitori e ai fratelli/sorelle adulti di persone con Sindrome di Asperger dal titolo Rischi ed occasione dei Fratelli" Qui la locandina con il programma.

--------------------------------------------------------------------------------------------------

sabato 20/domenica 21 giugno a GENOVA presso il Centro Papillon PRESENTAZIONE DEL METODO "MARTE MEO" Si tratta di modalità di osservazione di filmati di bambini con disturbi pervasivi in situazioni di gioco, pranzo, a casa in famiglia per ricavarne suggerimenti e così modificare comportamenti o modalità di comunicazione. - sabato: giorno riservato agli operatori - domenica: giornata aperta alle famiglie Qui il dépliant con il programma e le istruzioni per le iscrizioni.

---------------------------------------------------------------------------------------------------

13 giugno 2009 - CASALNOCETO (Alessandria) PARENT TRAINING E INTERVENTI SULLA FAMIGLIA Qui il dépliant con il programma e le istruzioni per le iscrizioni.

--------------------------------------------------------------------------------------------------

13/14 giugno 2009 - Palermo Corso PERCORSI DIAGNOSTICI TERAPEUTICI RIABILITATIVI LEGATI AL DGS Destinatari: Medici, Logopedisti, Neuropsicomotricisti, Fisoterapisti, Educatori professionali Crediti ECM per 16 Neuropsicomotricisti Qui il programma e le istruzioni per le iscrizioni.

--------------------------------------------------------------------------------------------------

domenica 7 giugno a PARIGI un Incontro con Isabelle Hénault Qui il dépliant con il programma e le istruzioni per le iscriversi.

---------------------------------------------------------------------------------------------------

venerdì 26 maggio a Torino L'Associazione Museo Nazionale del Cinema,in collaborazione e col sostegno del Gruppo Asperger Onlus e dell’ANGSA Piemonte e in collaborazione con l’Unione Culturale Franco Antonicelli e il Laboratorio Multimediale “Guido Quazza”, organizza una giornata di riflessione e incontro sull’autismo a cura di Marco Mastino. Rappresentanti di associazioni che si occupano di autismo, esperti di cinema e registi sensibili al problema si incontreranno e si confronteranno in due importanti appuntamenti a TORINO: uno pomeridiano all’Auditorium Laboratorio Multimediale “Guido Quazza” e uno serale all’Unione Culturale Franco Antonicelli. Qui la locandina con il programma.

--------------------------------------------------------------------------------------------------

22 marzo 2009 a Bergamo Convegno: IL RUOLO DELLE EMOZIONI E DELL'AFFETTIVITA' NELL'AUTISMO Qui il programma e le informazioni.

---------------------------------------------------------------------------------------------------

giovedì 7 maggio 2009 a Torino Convegno: AUTISMO: PERCORSI DIAGNOSTICI, TERAPEUTICI ED ASSISTENZIALI DALL'ETA' EVOLUTIVA ALL'ETA' ADULTA Qui il dépliant

--------------------------------------------------------------------------------------------------

venerdi 8, sabato 9 maggio 2009 a Novara Convegno "AUTISMO: DISTURBI SENSORIALI E TRATTAMENTO EDUCATIVO E FARMACOLOGICO DEI COMPORTAMENTI PROBLEMATICI" Qui un documento sul Convegno.

---------------------------------------------------------------------------------------------------

lunedì 20 aprile ore 17 a GENOVA INCONTRI PER GENITORI e OPERATORI “Il modello psicoeducativo e l’integrazione scolastica del ragazzo con autismo” Dr. S. Solari, Psicologo “Weekend terapeutici: esperienza educativa per i ragazzi, sollievo per le famiglie” Dott.ssa F. Cananzi, Psicologa

---------------------------------------------------------------------------------------------------

16 MARZO 2009 - ROMA Convegno "Autismo e sindromi correlate: la realtà dei servizi e della ricerca in Italia" Organizzato da ISTITUTO SUPERIORE DI SANITA’Il convegno è rivolto agli operatori del Servizio Sanitario Nazionale Qui il programma

-------------------------------------------------------------------------------------------------

17 MARZO 2009 ore 16 - ROMA Promoteca del Campidoglio Seminario "L'autismo tra bisogni clinici e aspetti sociali" Qui il programma e le informazioni.

--------------------------------------------------------------------------------------------------

FEBBRAIO 2009 - II° CONGRESSO INTERNAZIONALE SINDROME DI ASPERGER a SIVIGLIA (Spagna) informazioni alla pagina web della Federazione Asperger Espagna (FAE)

--------------------------------------------------------------------------------------------------

Giarre (Ct) - FEBBRAIO 2009 - L'AUTISMO NELL'ETA' ADULTA: ATTUALITA' E PROSPETTIVE

--------------------------------------------------------------------------------------------------

Brescia - FEBBRAIO 2009 - AUTISMO E SESSUALITA'

--------------------------------------------------------------------------------------------------

- GENNAIO 2009 - Rimini - Riccione - AUTISMO TRA ADOLESCENZA ED ETA' ADULTA

--------------------------------------------------------------------------------------------------

http://www.asperger.it/convegni/depliant definit.pdf">- NOVEMBRE 2008 - Brindisi - IL DISTURBO AUTISTICO DALL'INFANZIA ALL'ETA'ADULTA

--------------------------------------------------------------------------------------------------

Vicenza - NOVEMBRE 2008 - SEMINARIO INTERNAZIONALE: DISTURBI DELLO SPETTRO AUTISTICO: DALLA RICERCA SCIENTIFICA ALLA VITA QUOTIDIANA

---------------------------------------------------------------------------------------------------

Treviso - NOVEMBRE 2008 - AUTISMO E COMPORTAMENTI PROBLEMA
Sondrio - OTTOBRE 2008 - LA NORMALE DIVERSITA'

--------------------------------------------------------------------------------------------------

- FEBBRAIO 2009 - Roma - AUTISMO: DIAGNOSI E PROPOSTE

--------------------------------------------------------------------------------------------------

 

Venerdì 28 novembre 2008 a Milano il II° Congresso Nazionale della SIRFA "Attualità neurobiologiche e cliniche nei Disturbi Generalizzati dello Sviluppo" ACCREDITAMENTO E.C.M. Destinato a: Medici, Biologi, Psicologi, Educatori Professionali, Logopedisti, Psicomotricisti, Terapisti della riabilitazione. È prevista traduzione consecutiva per le relazioni in lingua inglese

 


12 – 13 Dicembre 2008 a Palermo Convegno Internazionale - 7° edizione “PERCHÉ AUTISTICO?” Ricerca e trattamento nell’Autismo”

 

http://www.asperger.it/convegni/Locandina Corso genitoriott2008.pdf">Milano - OTTOBRE 2008 - DISTURBO GENERALIZZATO DELLO SVILUPPO: ORIENTAMENTO FRA INFORMAZIONE, CURE, ALIMENTAZIONE

--------------------------------------------------------------------------------------------------

http://www.asperger.it/convegni/Corso di Formazione_I Disturbi del comportamento.pdf">Brindisi - ottobre 2008 - I DISTURBI DEL COMPORTAMENTO

--------------------------------------------------------------------------------------------------

Pordenone - ottobre 2008 - SESSO E AFFETTI NELLA DISABILITA'MENTALE

--------------------------------------------------------------------------------------------------

Genova - ottobre 2008 - L'AUTISMO OGGI: LAVORO CON LA FAMIGLIA, la scuola, IN RETE: ESPERIENZE E GRUPPI DI LAVORO

--------------------------------------------------------------------------------------------------

Roma - settembre 2008 - ADHD - DISTURBI DA DEFICIT DI ATTENZIONE E IPERATTIVITA'

--------------------------------------------------------------------------------------------------

Reggio Calabria - giugno 2008 -

----------------------------------------------------------------------------------------------------

PRATO - MAGGIO 2008 - L'ADOS-T

--------------------------------------------------------------------------------------------------

TORINO - MAGGIO 2008 - SISTEMI E PROTOCOLLI DI OSSERVAZIONE E TRATTAMENTO DEI DISTURBI DEL LINGUAGGIO E DELLA COMUICAZIONE - Lectio Magistralis tenuti dalla Prof.ssa Sally J. Roger

---------------------------------------------------------------------------------------------------

Roma - MARZO 2008 - AUTISMO E AIUTO A DOMICILIO
 

FAQ e suggerimenti

Abbiamo raccolto in questa sezione una piccola selezione dei quesiti rivolti alla nostra associazione da familiari, insegnanti, persone interessate personalmente alla Sindrome di Asperger. Prima di scrivere all'associazione, ti preghiamo di consultare i quesiti che hanno gia' ricevuto risposta. Se non trovi cio' che fa per te, scrivici. Ecco cosa troverai qui:

Le FAQ

Le domande piu' frequenti, e anche le piu' semplici.
 

Una antologia di risposte...

- dai nostri consulenti:

Quesiti in ambito medico, diagnostico, psicologico, educativo, farmacologico, normativo, che hanno avuto risposta dai nostri consulenti, professionisti che ci prestano la loro opera a titolo gratuito.

- dalla nostra redazione:

Le risposte piu' significative od esemplificative fornite dalla nostra redazione sulla base dell'esperienza acquisita "sul campo", in merito a richieste di aiuto, di consiglio o suggerimento educativo, di orientamento sul territorio, di informazione in genere.
 

Alcuni esempi...

La descrizione di alcuni comportamenti tipici dei nostri ragazzi attraverso brevi e vivaci flash di vita vissuta che aiuteranno a capire meglio il significato di termini come "stereotipie", disabilità relazionale"... La pagina sarà più ricca con il tuo contributo.

 

___________

RICHIESTE DI AIUTO E CONSULENZA


Puoi rivolgerti alla nostra associazione per aiuto e/o informazione. Scrivi a scrivi [at] asperger [dot] it

A tutte le richieste pervenute viene dato riscontro in privato. A giudizio della nostra redazione, alcuni quesiti verranno girati ai nostri consulenti, smistate in base alla disponibilità degli stessi e all'argomento trattato. I quesiti piu' significativi verranno pubblicati in questa sezione, per essere consultati, privati di ogni riferimento personale che potrebbero rendere riconoscibili persone e situazioni. Ricordiamo che una consulenza a distanza non ha alcun valore diagnostico e non può quindi sostituire in alcun modo l'osservazione diretta dello specialista. Dato il carattere di volontariato, si chiede tolleranza sui tempi di risposta, grazie!

Visitaci su Facebook

 la pagina Facebook del Gruppo Asperger Onlus

Diventare soci

Vuoi diventare socio del Gruppo Asperger?
Iscriviti o rinnova la tua iscrizione

Notizie dal web

Una selezione di ciò che giornalmente si scrive nel mondo sulla Sindrome di Asperger:
- un panorama
- scegli tu la fonte

Calendario

L M M G V S D
 
 
 
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
 
 
 
 
Add to calendar

Rss