A chi rivolgersi?

Consulta la mappa degli indirizzi utili.

area soci

Area riservata

Per comunicare...

Esplora gli strumenti che ti offriamo.

Conoscenze attuali in tema di etiopatogenesi dell'autismo infantile

di Giovanni Lanzi e Carlo A. Zambrino, neuropsichiatri infantili

L'autismo infantile suscita oggi molto interesse nei vari ambienti clinici e di ricerca e molti contributi sono stati consegnati alla letteratura in questi ultimi decenni; ciò nonostante va detto, però, che se alcuni aspetti del quadro clinico sembrano oggi più chiari, è pur vero che molto resta ancora da approfondire per arrivare ad una conoscenza vera delle cause che lo determinano e per mettere a punto una terapia adeguata ed efficace.
Cercheremo di riassumere i principali contributi che si sono succeduti negli anni, dopo che Kanner nel 1943 descrisse per primo la forma. Egli la definiva una "inabilità innata per i contatti interpersonali", dovuta ad un disturbo dello sviluppo cerebrale. Aveva anche colto delle caratteristiche comportamentali particolari nei genitori, specie nella madre, e una maggiore incidenza nelle classi socio-culturali elevate. Con Eisenberg poi, nel '56, tornò sull'argomento, considerando l'autismo come un quadro clinico espressione sia di fattori ambientali precoci sia di fattori innati. Dopo le prime segnalazioni di Kanner molti contributi furono consegnati alla letteratura, alcuni con orientamento costituzionalistico, altri più psicogenetico.

Visitaci su Facebook

 la pagina Facebook del Gruppo Asperger Onlus

Diventare soci

Vuoi diventare socio del Gruppo Asperger?
Iscriviti o rinnova la tua iscrizione

Notizie dal web

Una selezione di ciò che giornalmente si scrive nel mondo sulla Sindrome di Asperger:
- un panorama
- scegli tu la fonte

Calendario

L M M G V S D
 
 
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30
 
 
 
 
Add to calendar

Rss